Scegli il tipo di ricerca
  • Sito
  • Web
Search

Innovazione, Professionalità, Cultura
"Orgogliosi di essere Italiani"

ARTICLE

Giovani: sono di più quelli che fanno impresa o quelli che emigrano?

Author: Ticiano Sgarbi/domenica 11 febbraio 2018/Categories: BLOG, GIOVANI, IMPRESA, HOME (direct)

Sono alcune delle idee imprenditoriali realizzate da 14 start up di giovani presenti il 31 gennaio, in Villa Reale a Monza, in occasione del Tavolo Giovani #internazionale 2018 Cultura: nuovi modi di vivere la cultura.

C’è il Museo di Arte Urbana Aumentata e la galleria d’arte online che espone giovani talenti. E ancora la piattaforma del cinema on demand con le proiezioni richieste direttamente dagli spettatori e la “caccia al tesoro” per scoprire i beni culturali della città. Sono alcune delle idee imprenditoriali realizzate da 14 start up di giovani presenti il 31 gennaio, in Villa Reale a Monza, in occasione del Tavolo Giovani #internazionale 2018 Cultura: nuovi modi di vivere la cultura.

L’incontro è stato il primo appuntamento del progetto “Tavolo Giovani” della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi che mette a disposizione dei giovani imprenditori e aspiranti una piattaforma, fisica e virtuale, di visibilità, informazione e networking, al fine di intercettare e promuovere idee di successo.

Tra le altre start up presenti, anche chi propone percorsi esperienziali per scoprire l’arte attraverso il gioco, itinerari di cicloturismo alla scoperta di paesaggi e beni culturali non abitualmente esplorati, la rete online di negozi che supporta le Non Profit del territorio e trasforma lo shopping in donazioni, il teatro come strumento per scoprire luoghi e storie dimenticate.

Il primo Tavolo Giovani a Monza, declinato sulla cultura, è una straordinaria opportunità per mettere in rete e dare visibilità alle nuove idee imprenditoriali dei giovani. Significa credere nella forza innovativa delle nuove generazioni, una sfida ancora più impegnativa, quando parliamo di fare impresa con la cultura.

Ci sono segnali che ci fanno guardare con fiducia e speranza al futuro. Penso alle tante imprese giovanili che ogni giorno nascono in Italia e che trovano terreno fertile nella nostra Regione. Realtà che le istituzioni hanno il dovere di sostenere e far crescere.

In Italia, i giovani che fanno impresa superano quelli che emigrano all’estero per motivi di lavoro, di studio o personali. Infatti, stando agli ultimi dati Istat disponibili, nel 2016, sono stati circa 61mila i giovani emigrati, tra 18 e 39 anni, che hanno trasferito la propria residenza all’estero, mentre si contano circa 114mila imprese giovanili (18 - 34 anni) che hanno aperto un’attività in proprio nel 2016.

Nello scorso anno in Italia sono nate circa 300 imprese al giorno lungo tutta la penisola (circa 110mila), pari al 30,5% di tutte le imprese iscritte nel 2017.

Roma (8.276), Napoli (7.073), Milano (5.594) e Torino (3.312) i territori con il maggior numero di imprese giovani iscritte nel 2017 mentre sono al Centro Sud i territori dove i giovani pesano di più sul totale delle nuove imprese, Nuoro (44%), Crotone (42,2%), Reggio Calabria (41,9%), Vibo Valentia (41,1%) ed Enna (41%).

I giovani in Italia fanno impresa soprattutto nel settore del commercio (circa 21 mila iscrizioni), dell’edilizia (10.369), nell’agricoltura (9.850) e nel comparto dell’alloggio e ristorazione (6.124).

Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi su dati Registro Imprese e su dati Istat. Le imprese giovanili nate in Lombardia nel 2017 sono oltre 16mila, vale a dire oltre 40 al giorno, e pesano il 14% del totale italiano. Sono il 27,2% di tutte le imprese iscritte in Lombardia. Milano, con 5.594 imprese giovani, è prima per numero di iscrizioni seguita da Brescia (1.981), Bergamo (1.651) e Monza e Brianza (1.231). Per peso sul totale delle iscrizioni, prime sono Sondrio (35,7%, 276 imprese giovanili), Lecco (32,6%, 440 imprese giovanili) e Bergamo (30,5%). Commercio (2.845 imprese) e costruzioni (1.897) i settori di attività più scelti dai giovani che fanno impresa in Lombardia, seguiti dalle attività di alloggio e ristorazione (954) e dai servizi alle imprese (806).

Guardando agli ultimi dati Istat disponibili, anche in Lombardia nel corso del 2016, a fronte di circa 11mila giovani che hanno richiesto il trasferimento di residenza all’estero per motivi di studio, di lavoro o motivi personali sono oltre 16mila le imprese giovanili iscritte. A Milano i giovani emigrati di cittadinanza italiana sono stati 3.908 contro 6.177 iscritte giovanili, a Cremona e a Brescia i giovani che si mettono in proprio sono circa il doppio di quelli che lasciano l’Italia, a Monza 528 gli emigrati, 859 le imprese giovanili. A Lodi, nel 2016 i trasferimenti all’estero di giovani superano la quota di iscrizioni di imprese giovanili. Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi su dati Registro Imprese e su dati Istat.

Print

Number of views (593)/Comments (0)

Name:
Email:
Subject:
Message:
x